Home Bologna Giornata internazionale della donna: le iniziative nei comuni della città metropolitana

Giornata internazionale della donna: le iniziative nei comuni della città metropolitana








La Giornata internazionale della donna viene ricordata a livello metropolitano con decine di iniziative promosse nei comuni del territorio. Per celebrare l’8 marzo oltre alla programmazione istituzionale, le associazioni di donne del territorio hanno organizzato numerosi eventi, che concorrono all’offerta di un calendario variegato, con spettacoli teatrali e musicali, incontri, letture, conferenze, tavole rotonde e mostre, dove saranno affrontati molteplici temi dell’universo femminile.

Tutti gli appuntamenti sono raccolti in un cartellone on line nel sito della Città metropolitana dedicato alle Pari opportunità, visualizzabili sia giorno per giorno, sia suddivisi per comune.

Tra i tanti eventi in programma, che non si svolgono solo nella giornata dell’8, ma lungo tutto il mese di marzo e in alcuni casi anche nei successivi: a Bologna giovedì 7 marzo inaugura la mostra fotografica “Formazione professionale, lavoro femminile e industria a Bologna 1946-1970”; sabato 9 è in programma l’incontro dal titolo “Lottatrici, Libere. Diritti delle donne e diritti umani” con le testimonianze di chi si batte per difenderli. A Anzola Emilia “Immagin(ar)i di donna” incontro sulla percezione e sulla rappresentazione della donna nell’arte, nella pubblicità, nella società, intervengono Maria Chiara Risoldi e Angela Romanin (Casa delle Donne per non subire violenza) e l’artista Lorenzo Calza (9 marzo). A Borgo Tossignano per tutto il mese di marzo incontri itineranti “Un thè per te: 8 marzo.. ogni giorno”; a Budrio dall’8 al 31 marzo è aperta l’esposizione personale dell’artista Dionella Trevisan; “Frida Kahlo e L’Arte come terapia e salvezza” incontro a cura di Jessica Forlai (16 marzo). A Calderara di Reno lo spettacolo “Tu chiamale se vuoi… evasioni” (8 marzo), a Casalecchio di Reno presentazione del libro “Donne e sport. Riflessioni in un’ottica di genere” con le cura 7 e 8 marzo); “Le pancaldine: storia della prima occupazione di fabbrica da parte delle lavoratrici” mostra fotodocumentaria dal 14 al 30 marzo e il ciclo di incontri “Parliamo di donne” sulle donne nell’arte, nella musica, nella storia, nella società (8, 15, 22 e 29 marzo e 12 aprile). A Casalfiumanese “Scopriamo…le donne fantastiche” letture per bambini e bambine (9 marzo). A Castel San Pietro Terme “Donne oggi”, parole e musica per parlare di donne con leggerezza (9 marzo). A Granarolo Emilia va in scena lo spettacolo “Tre di Due ovvero quelle che decisero di cooperare” (8 marzo); “Donne e uomini raccontano la scienza: perchè un titolo del genere?” il giornalista Andrea Chiarini intervista Roberta Bonfiglioli, professore associato di Medicina del Lavoro al Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna e Pietro Antonioli, primo ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sezione di Bologna (15 marzo). A Imola venerdì 8 marzo è in programma l’incontro “Olympe De Gouges, una donna scomoda ai tempi della rivoluzione” con Franca Zanelli Quarantini e Laura Falqui; “Domeniche a Palazzo. Le donne di casa Tozzoni” evento a palazzo Tozzoni (10 marzo). A Loiano si presenta il libro “Succo di Melograno” (9 marzo); a Marzabotto dal 6 al 10 marzo c’è la manifestazione “Donna in Fiera: tra la terra e il cielo”; a Medicina “Dipingiamo insieme una panchina di rosso per dedicarla alle donne vittime di violenza” (9 marzo); a Minerbio venerdì 8 marzo inaugura la mostra “L’ Angelo dei contadini. Argentina Bonetti Altobelli e il suo tempo”, sempre venerdì appuntamento con l’incontro dedicato a donne e fotografia dal titolo “Ritratti di Donna” (8 marzo); a Monterenzio visita case di riposo del territorio e incontro con le Associazioni socio- culturali, i servizi sociali e le forze dell’ordine (8 marzo). A Monzuno presentazione del volume “Succo di melograno” (8 marzo). A Ozzano Emilia inaugurazione della mostra fotografica “Ragazze sul divano” di Anna Alvoni (8 marzo), a Pianoro il documentario “Paura non abbiamo” (7 marzo); a San Giorgio di Piano “Donne e cultura” letture e interviste (10 marzo); a San Giovanni in Persiceto va in scena lo spettacolo “Una nessuna centomila” (7 marzo); a San Lazzaro di Savena l’appuntamento è con “I mille colori delle donne” festa multietnica (9 marzo). A San Pietro in Casale presentazione del libro “Avanti il prossimo” (9 marzo), a Sasso Marconi “Il mio canto libero” concerto/spettacolo con il coro “Komos” (9 marzo).

Valsamoggia: a Crespellano lo spettacolo “Woyzeck – A guardarci dentro gira la testa” (8 marzo), e “Viaggio culturale nella storia del costume femminile” incontro a cura di Pangea Onlus (17 marzo), a Bazzano, nell’ambito di “Legati al filo” della Fondazione Rocca dei Bentivoglio, appuntamento con Rossana Di Fazio e Margherita Marcheselli, fondatrici dell’iniziativa dell’Enciclopedia delle donne (30 marzo).

A Vergato dall’8 al 23 marzo è possibile visitare la mostra “Moda, emozioni, ricordi: l’arte del vestire di Edda Lupi dalle stampe fumettistiche degli anni 70 ai disegni di Alta Moda”.