» Appennino Reggiano - Reggio Emilia

Comune di Reggio Emilia: concessione di due edifici della ex Colonia di Busana

Condividi su Google+

Il Comune di Reggio Emilia cerca soggetti interessati alla concessione della ex Colonia di Busana, complesso di edifici collocati nel Comune di Ventasso, di cui l’Amministrazione reggiana è proprietaria. Per farlo ha pubblicato un avviso per consultazione preliminare di mercato.

Oggetto dell’avviso non è l’intero complesso dell’ex Colonia, ma solo i due edifici denominati “ex Ostello” ed “ex sede uffici Corpo forestale”. L’edifico di più ampie dimensioni, dove ha attualmente sede l’attività alberghiera “Il castagno”, è già in concessione a un privato e non è pertanto parte della manifestazione d’interesse.

La stima dei lavori necessari per ripristinare l’agibilità delle due palazzine è di 400mila euro circa, mentre il canone di concessione annuo per le stesse, qualora fossero riportate alla piena efficienza funzionale, è stimato in 27.800 euro (Iva esente), con forme di abbattimento idonee per compensare i costi di ristrutturazione.

Riguardo alla durata della concessione, si prevedono 15/20 anni o comunque un periodo di tempo commisurato al conseguimento di equilibrio finanziario dell’iniziativa.

I soggetti eventualmente interessati a ottenere la concessione degli immobili possono presentare al Comune entro lunedì 3 dicembre la propria manifestazione di interesse, fermo restando che, trattandosi di indagine di mercato preliminare, la presentazione di tale manifestazione di interesse non comporta alcun obbligo né per i partecipanti, né per il Comune di Reggio. Sulla base delle manifestazioni di interesse presentate, il Comune valuterà l’opportunità di attivare, tramite bando di gara, la procedura di concessione più appropriata per i beni interessati.

GLI IMMOBILI – La costruzione degli edifici risale al ventennio fascista, con originaria destinazione a colonia montana per ragazzi intitolata a Luigi Roversi. La proprietà e gestione furono assegnate alla Gil – Gioventù italiana del littorio, indi trasmessa alla Regione Emilia-Romagna e poi divenuti di proprietà del Comune di Reggio nel 1988. I fabbricati sono accorpati in un’ampia area cortiliva e hanno annessi terreni di superficie di oltre tre ettari, in prevalenza coperti da boschi a rilevante interesse naturalistico e ambientale. Sono pertinenze comuni a tutte le tre palazzine del plesso immobiliare il viale d’ingresso e l’area cortiliva, mentre la centrale termica è comune alle due palazzine oggetto dell’avviso.

Palazzina ex Ostello – L’edificio è dislocato su due piani fuori terra, di forma quadrangolare con copertura a due falde e superficie catastale complessiva di 829 metri quadrati. Era originariamente utilizzato per attività alberghiera, con tipologia funzionale di ostello, complementare all’attiguo edificio tuttora adibito ad albergo-ristorante. L’ex ostello dispone di 15 camere con blocchi di servizi igienici al piano, per una capacità ricettiva autorizzata di 67 posti letto. Nel 2008 ne è stata dichiarata la parziale inagibilità a causa delle condizioni di obsolescenza tecnologica, con conseguenti carenze in materia di sicurezza e normativa igienico-sanitaria.

Palazzina ex uffici Corpo forestale – L’edificio ha una parte centrale dislocata su due livelli, con due corpi adiacenti sui lati a est e ovest dislocati su unico livello e copertura a due falde. La complessiva superficie catastale è di 527 metri quadrati. La palazzina attualmente è in parte occupata dal Presidio di zona del Corpo Forestale, che a breve verrà trasferito ad altra sede. L’edificio è composto da 13 locali per uso uffici pubblici, con annessi multipli servizi igienici. Anche in questo caso nel 2009 l’Amministrazione proprietaria ne ha dichiarato la parziale inagibilità a causa delle condizioni di obsolescenza tecnologica.

COME PARTECIPARE – Chi fosse interessato a presentare la propria manifestazione di interesse ha tempo fino al 3 dicembre 2018. Può farlo utilizzando il modulo disponibile sul sito del Comune di Reggio nelle sezioni “Entra in Comune” (www.municipio.re.it/retecivica/urp/) e “Amministrazione trasparente, beni immobili e gestione patrimonio” (www.comune.re.it/retecivica/urp/). Il modulo dovrà essere sottoscritto e inviato con una delle seguenti modalità: sottoscritto digitalmente e inviato via PEC a: serviziopatrimonio@pec.municipio.re.it; sottoscritto manualmente (con allegato documento di identità del sottoscrittore) ed inviato a mezzo posta a: Comune di Reggio Emilia – Servizio Gestione del Patrimonio immobiliare e sport c/o Archivio Protocollo generale via Mazzacurati 11 – 42122 – Reggio Emilia; sottoscritto manualmente (con allegato documento di identità del sottoscrittore) e consegnato a mano presso il Comune di Reggio Emilia – Servizio Gestione del Patrimonio immobiliare e sport – via San Pietro Martire 3 – Reggio Emilia.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Bologna2000.com supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018
· RSS PAGINA DI BOLOGNA · RSS ·
• 14 query in 0,428 secondi •