» Appennino Bolognese

Decima edizione per il festival di chitarra classica Claxica: a settembre in Appennino virtuosi da tre continenti

Condividi su Google+

Dal 4 al 9 settembre gli appassionati di chitarra classica si daranno appuntamento a Castel d’Aiano e Montese per la decima edizione di Claxica, la rassegna dedicata alla chitarra classica che deve la sua popolarità alla prerogativa di ospitare artisti provenienti da ogni parte del mondo.

A organizzarla è il musicista Giordano Passini, reduce da una tournée che questa estate l’ha portato a suonare in Cina e in Argentina: “Il festival giunge quest’anno alla sua decima edizione, un traguardo importante, perché negli anni questa manifestazione è sempre andata crescendo e ha portato in un piccolo comune del nostro Appennino i migliori chitarristi attivi oggi sulla scena mondiale. Queste attività, seppur di nicchia, rivestano un grande valore per il nostro territorio, dandogli prestigio e risalto. Anche quest’anno non mancheranno grandi nomi nel cartellone del festival provenienti da tutto il mondo”.

Tutti i concerti iniziano alle 21. Si comincia martedì 4 settembre presso la Sala Polivalente di Castel d’Aiano con Esteban Gonzales Carbone (Argentina) e Damiano Pisanello (Svizzera).

Mercoledì 5 settembre sempre in Sala Polivalente ad allietare gli ascoltatori sarà un terzetto proveniente dalla Cina e composto da Bin Hu, Zhengxian Qian e Jiajiolong Li.

Giovedì e venerdì sera ci si sposta nella Chiesa della Rocca di Montese, dove il 6 settembre si esibirà l’italiano Aniello Desiderio e il 7 sarà la volta del duo, chitarra e bandoneon, composto da Giampaolo Bandini e Cesare Chiacchiaretta.

Sabato 8 settembre il palco sarà per il croato Zoran Dukic, uno dei chitarristi più premiati al mondo, l’unico chitarrista ad aver vinto entrambi i concorsi intitolati ad Andrés Segovia, a Granada e a Palma di Maiorca primo chitarrista non spagnolo a essere premiato dal Concorso di Madrid, patrocinato dalla Famiglia Reale, per la migliore interpretazione di musica spagnola. Come docente, dopo anni presso l’Accademia di Zagabria e la Hochschule di Aquisgrana, attualmente insegna presso il Conservatorio Reale dell’Aia e alla Scuola Superiore di Musica di Barcellona.

Il sindaco di Castel d’Aiano Salvatore Argentieri si dichiara “orgoglioso di avere un concittadino come Giordano Passini, abituato a suonare in tutto il mondo, che con questa manifestazione qualifica il nostro piccolo comune di montagna e lo fa conoscere ai tanti visitatori, ogni anno più numerosi, che vengono ad ascoltare i concerti”.

Il biglietto di ingresso per i concerti di martedì e mercoledì è di 5 euro, quello per giovedì, venerdì e sabato è di 10 euro.

Il festival prevede anche interessanti appuntamenti collaterali: una mostra di liuteria, con la possibilità di provare gli strumenti, domenica 9 settembre dalle 10 alle 18 presso la Sala Dallari in via Cuoghi a Montese, una masterclass, con la possibilità di assistere come uditori o come allievi alle lezioni tenute dai docenti del festival, e infine un concorso di esecuzione con una prova eliminatoria sabato 8 e la prova finale domenica 9 settembre alle 20,30 presso la Sala Polivalente di Castel D’Aiano. L’ingresso per il concerto finale del concorso è gratuito.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Bologna2000.com supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018
· RSS PAGINA DI BOLOGNA · RSS ·
• 18 query in 0,884 secondi •