» Modena - Scuola

In Unimore boom di esoneri totali

Condividi su Google+

Quasi 5.900 iscritti esenti o parzialmente esenti dal pagamento delle tasse universitarie, corrispondenti a poco meno di un quarto della intera popolazione studentesca iscritta ai corsi di laurea.

Sono questi i numeri che fanno comprendere lo sforzo di Unimore per garantire il diritto allo studio anche a quei giovani meritevoli appartenenti alle famiglie più disagiate. La presenza di un così elevato numero di studenti sottratti del tutto, o in parte, al versamento del contributo di iscrizione, passati in un triennio dall’11% (anno accademico 2015/2016) al 24% (anno accademico 2017/2018) sul totale iscritti all’Ateneo, ovvero da 2.585 a 5.869 studenti beneficiati (+ 127%), è l’effetto prodotto da una favorevole decisione adottata – l’anno scorso – dal Consiglio di Amministrazione di Unimore di elevare da 13.00 a 23.000 euro la fascia ISEE della no-tax area, al cui calcolo comunque non concorrono i patrimoni.

L’opzione era contemplata nella Legge di bilancio dello Stato del 2017. Si trattava di una facoltà prevista, anche se non impegnativa per gli Atenei, contenuta nelle pieghe di quel documento. Solo Unimore e altre 3 università in Italia nell’anno accademico 2017/2018 hanno aperto a questa possibilità, che ha favorito gli studenti i cui nuclei familiari hanno redditi medio-bassi, estendendo (+ 86% sull’anno precedente) il numero di coloro che hanno diritto al completo esonero, balzati in un solo anno da 3.003 a 5.582. Un vero e proprio boom di esoneri. Un’altra parte di studenti, assai minore di numero (meno di 300), trovandosi sotto la soglia di 45.000 euro di reddito ISEE, gode di sensibili riduzioni sulla tassa d’iscrizione.

Ma, in questi anni di crisi economica per il Paese, Unimore non si è distinta solo per questo provvedimento di equità contributiva, che mira a facilitare l’accesso all’alta formazione di carattere universitario di un maggior numero di studenti. L’innalzamento della fascia di no-tax area, infatti, si è accompagnato ad un quinquennio di blocco delle tasse universitarie, rimaste inalterate dall’anno accademico 2013/2014.

L’inatteso aumento degli studenti che godono dell’esonero totale dal pagamento del tributo universitario ed i crescenti impegni da affrontare sul fronte della didattica, per effetto dell’incremento degli iscritti ai corsi di laurea dell’Ateneo, che hanno avuto un’impennata da poco più di 20.000 ad oltre 24.000 in cinque anni, hanno richiamato la necessità di incrementare le risorse per continuare a garantire quei servizi e quel livello di eccellenza formativa in cui si è distinta Unimore.

Oggi l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, per accogliere le sue migliaia di studenti e consentire di mantenere quelle performance riconosciute anche dalle indagini Censis e AlmaLaurea, deve investire sul piano strutturale e deve farlo senza rinunciare a quell’impronta di “università a misura dello studente”, attenta al merito, ma anche pronta e solidale verso chi ha più bisogno.

E’ per salvaguardare questi obiettivi di politica universitaria condivisa e attrattiva e per mantenere gli stessi livelli qualitativi dei servizi di Unimore che nel prossimo anno accademico si imporrà un aumento della contribuzione universitaria. Lo si farà, però, salvaguardando il principio perequativo di mantenere inalterati i livelli delle fasce di reddito familiare esentate totalmente o parzialmente, agendo con incrementi di 100,00 euro che verranno chiesti unicamente agli studenti inseriti in nuclei familiari con reddito superiore a 45.000 euro.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Bologna2000.com supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018
· RSS PAGINA DI BOLOGNA · RSS ·
• 14 query in 0,310 secondi •