» Appennino Bolognese - Sociale

Se Castel Maggiore è… Zona Franca: 12 maggio la presentazione di un nuovo progetto sviluppato nell’ambito dei diritti delle donne

Condividi su Google+

“Zona Franca – Centro culturale e di documentazione Franca Rame” è un progetto promosso dal Comune di Castel Maggiore, animato dalle Associazioni Falling Book e Rose Rosse, dall’UDI (Unione Donne Italiane), dal Network Educare alle Differenze e da GenPol, nell’ambito dell’educazione alle differenze, della promozione della consapevolezza di genere, della promozione di pari opportunità e della lotta alle violenze e alle discriminazioni che perdurano nei confronti delle donne, con un determinante sostegno riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna.

Zona Franca intende eseguire una mappatura delle azioni formative in ambito scolastico ed extra scolastico per raccogliere in maniera scientifica e articolata le esperienze e i progetti in essere sul territorio.
Zona Franca potrà divenire un punto di riferimento per tutte le donne che necessitino di:
informazioni sulle azioni e gli strumenti esistenti nella Regione per la promozione della parità di genere in ambito lavorativo, economico-sociale, dei diritti, etc.;
formazione al genere;
educazione e prevenzione alla violenza contro le donne;orientamento e mediazione rispetto agli sportelli, le associazioni e i centri anti-violenza esistenti sul territorio;
promozione di eventi culturali per la sensibilizzazione ai temi della parità, dei diritti, del contrasto alla violenza, della lotta alle discriminazioni, in particolare quelle di genere;
orientamento/sportello di ascolto per donne migranti sul quadro legislativo italiano, i servizi esistenti, i diritti delle donne legati a salute, scuola, lavoro, famiglia, etc;
produzione di prodotti culturali (pubblicazioni, schede informative, format di documentazione), anche digitali, dedicati ai temi e alle prospettive di genere fruibili all’utenza.
Questo centro inoltre sarà anche impegnato nello sviluppo del concetto di “consenso”; “consenso” che si fa parola chiave nell’educazione a relazioni consapevoli e improntate al rispetto.

Il Sindaco di Castel Maggiore Belinda Gottardi ha fortemente voluto questo progetto, che si inscrive in una linea di attenzione alle tematiche di genere che tocca anche i temi della sicurezza, con il progetto di “stanza rosa” nel nuovo polo sicurezza con caserma dei Carabinieri in corso di realizzazione, e a livello sovracomunale nell’Unione Reno Galliera di cui è Presidente,  con l’attività di formazione specifica della Polizia Municipale, oltre ad iniziative quali “Uscire dal Guscio”, il festival sulla letteratura per l’Infanzia e l’adolescenza, la cui seconda edizione si svolgerà a fine maggio.

Presentazione del progetto sabato 12 maggio alle 18.00 presso la Sala Pasolini, Piazza Amendola 1, Castel Maggiore.

In Sala Pasolini, nella stessa giornata, dalle 10.30 alle 17.30 “Educare bambine e bambini senza stereotipi di genere”: giornata di formazione con Irene Biemmi a cura di Falling Book




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Bologna2000.com supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018
· RSS PAGINA DI BOLOGNA · RSS ·
• 14 query in 0,289 secondi •