» Bologna - Regione

Presentato il nuovo fuoristrada della Lamborghini

“Oggi tocchiamo con mano come l’Emilia-Romagna sia una terra realmente attrattiva per le imprese. La conferma è rappresentata dal fatto che grandi gruppi, anche multinazionali, puntino a investire qui invece che in altre parti d’Europa o del mondo. Siamo una regione che attrae dal punto di vista imprenditoriale per il capitale umano, le infrastrutture e anche per la velocità delle risposte nelle procedure: e a questa straordinaria reattività delle imprese, stiamo rispondendo con l’impegno a sostenere gli investimenti proposti”. Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, durante la presentazione, oggi nello stabilimento di Sant’Agata Bolognese (Bologna), del nuovo modello di casa Lamborghini, il Suv “Urus”. Investimento che è stato sostenuto anche dalla Regione attraverso il primo bando, nel 2016, previsto dalla Legge regionale 14/2004 sulla “Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna”. Alla presentazione del modello del segmento Ess (Exclusive super sport cars) erano presenti anche il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e il ministro all’Ambiente, Gianluca Galletti. “Si compie così un percorso cominciato nel maggio 2015 – ha detto ancora Bonaccini-, quando alla presenza dell’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi fu sottoscritto l’accordo inter-istituzionale tra Ministero dello Sviluppo economico, Regione e Invitalia, intesa che diede il via al protocollo con Lamborghini Automobili Spa per il sostegno al programma di investimenti in ricerca industriale e sviluppo sperimentale di questa azienda, che ha scelto l’Italia e l’Emilia-Romagna per produrre il nuovo modello”.

Lamborghini scelse l’Emilia-Romagna dopo aver valutato altre possibili destinazioni estere. Il programma di investimento per cui venne richiesto un contributo alla Regione, poi concesso, di 8,2 milioni di euro, ammontava a quasi 24 milioni di euro, con una previsione, solo per questa misura, di oltre 150 assunzioni, di cui 110 laureati. Per il sito produttivo di Sant’Agata Bolognese il volume complessivo di investimenti si aggira attorno al miliardo di euro, tra risorse regionali, risorse nazionali e risorse proprie dell’azienda, con una previsione complessiva di oltre 500 nuove assunzioni.

Per quanto riguarda il primo bando regionale del 2016 relativo alla legge sull’attrattività, sono stati 13 i progetti finanziati e in corso di realizzazione. Tra questi, oltre a quello della Lamborghini figurano anche quelli di Ducati Motor, Ynap, Teko Telecom, Avl Italia, B.Braun Avitum Italy, Hpe e Ima. L’investimento complessivo previsto è di oltre 126 milioni di euro, di cui circa 41 milioni di finanziamento pubblico e porta con sé circa 1.200 nuovi posti di lavoro.

“L’attrattività complessiva del nostro sistema, unito nell’azione avviata con il Patto per il lavoro, richiede- aggiunge Bonaccini- il nostro costante impegno a rafforzare l’economia, con investimenti che siano in grado di garantire positive ricadute sul territorio in termini occupazionali e di sviluppo, rispettando i requisiti di sostenibilità ambientale e sociale che caratterizzano il nostro modello. Imprese a forte contenuto di ricerca e innovazione che vogliono investire in Emilia-Romagna rafforzano la nostra intenzione di essere protagonisti del cambiamento”.

Il programma di potenziamento e sviluppo tecnologico presentato alla Regione, puntava al mantenimento dell’identità Automobili Lamborghini e del marchio nella sede italiana dove sono inoltre presenti tutte le funzioni della società. In particolare, erano previsti interventi di ricerca e sviluppo per la realizzazione di nuovo modello di auto e più in generale per migliorare le performance dei processi e dei prodotti aziendali; infrastrutture aziendali e acquisto di macchinari, impianti e attrezzature per la parte industriale; formazione continua del personale dipendente e delle nuove assunzioni per potenziare le conoscenze basate sulle tecnologie attuali e del futuro; assunzione di lavoratori disabili e di personale svantaggiati.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Bologna2000.com supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2017
· RSS PAGINA DI BOLOGNA · RSS ·
• 16 query in 0,341 secondi •