» Bologna - Economia

UniCredit sostiene SprecoZero2017

UniCredit ricopre un ruolo importante per lo sviluppo socio economico dei Paesi in cui opera. Consapevole di avere il potenziale per poter fare la differenza, da sempre il Gruppo adotta una strategia di sviluppo sostenibile che ambisce a creare valore per tutti i portatori d’interesse stimolando la competitività delle imprese, l’inclusione finanziaria, il benessere degli individui e favorendo il progresso delle comunità.

Nell’ambito del proprio impegno per la creazione di valore sostenibile UniCredit ha deciso quindi di offrire,  per il quinto anno consecutivo, il suo sostegno al progetto “SprecoZero”, una iniziativa nata nel 2010 e che nel tempo è cresciuta producendo grandi risultati e trovando sempre nuovi sostenitori. La campagna 2017\2018 viene lanciata a Palazzo De Carolis, storica sede romana di UniCredit, mentre un’altra delle sedi storiche del Gruppo, Palazzo Magnani, a Bologna, ospiterà a novembre la cerimonia consegna dei premi Vivere a Spreco Zero 2017, onorificenza pensata per aziende, enti pubblici, scuole e cittadini, promossa e organizzata in partnership con il Ministero dell’Ambiente.

La  strategia di sviluppo sostenibile in UniCredit è un percorso  partito nel 2000 e che vede l’azienda nel 2015 pronta ad accogliere gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile,  sin dalla loro pubblicazione.

Ecco alcune delle iniziative più significative con i relativi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile*:

 

Promuovere comportamenti responsabili

Dal 2009, UniCredit ha offerto numerosi programmi di educazione finanziaria rivolti a giovani, anziani, famiglie, immigrati, opinion maker, organizzazioni non profit e PMI.

Nel 2016 oltre 52.000 persone hanno partecipato alle circa 1.500 sessioni formative dei nostri programmi di educazione finanziaria; oltre 1,6 milioni di utenti hanno fruito dei corsi disponibili  sulle nostre piattaforme digitali. In Italia, nel 2016, sono state organizzate 1.068 sessioni formative con oltre 36.000 partecipanti nell’ambito del programma In-formati e abbiamo potenziato Go international!, l’offerta formativa rivolta alle imprese italiane.

 

Supportare i settori chiave

In Italia supportiamo i  settori vitali per la competitività del paese che sono ancora in fase di sviluppo. Con il progetto UniCredit4Tourism la banca ha sostenuto 87.000 imprese clienti del settore, turismo con un erogato di 3,6 miliardi di euro, e con Coltivare il futuro UniCredit ha sostenuto  100.000 clienti operanti nel settore agroalimentare, con un erogato di 9,7 miliardi di euro. Il Gruppo ha offerto ad entrambe i settori, in aggiunta ai servizi finanziari dedicati, anche  giornate formative ad hoc e software che ne accrescano la capacità di marketing stimolandone il vantaggio competitivo e promuovendone l’internazionalizzazione.

 

Supportare le imprese sociali

Attraverso il costante sostegno all’impresa sociale UniCredit Foundation affronta priorità come  inclusione sociale e occupazione, focalizzandosi su giovani, anziani e, in generale, sulle fasce più svantaggiate della popolazione. Il processo di rafforzamento delle competenze – incrementando l’impatto economico e sociale delle organizzazioni non profit – prevede l’erogazione di grant, formazione, mentoring e servizi di consulenza.  Nel 2016 sono stati avviati 85 business,  principalmente nei settori agroalimentare e welfare, contribuendo alla creazione di oltre 300  posti di lavoro.

 

Investire in fonti di energia rinnovabile

Alla fine del 2016, la nostra esposizione creditizia nei confronti del settore delle energie rinnovabili era superiore a 9,4 miliardi di euro. Nel complesso, la maggior parte dei nostri finanziamenti è diretto a impianti fotovoltaici, con una quota del 46%. L’energia eolica rappresenta il 33% del portafoglio e le altre fonti di energia rinnovabili il restante 21%. Al 31 dicembre 2016, il numero dei progetti finanziati in Italia, Germania e Austria era pari a 182 per una potenza installata pari a oltre 11 GW.

Per mantenere costante l’ impegno a contribuire alla prosperità delle persone, delle aziende e dei territori, UniCredit ha creato una metodologia, chiamata Evolution Economy, che ambisce ad analizzare il valore condiviso generato dal suo core business, dalle iniziative di cittadinanza d’impresa e di filantropia. Questa metodologia si avvale in larga misura di indicatori statistici internazionali, sviluppati principalmente da Eurostat e World Economic Forum. e consente di fornire un’immagine a 360° del rapporto tra l’azienda e l’ambiente nel quale opera, rilevando le complessità e le tensioni tra crescita economica, sviluppo sociale e tutela delle risorse naturali in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Maggiori informazioni sulle iniziative del Gruppo a supporto degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono disponibili nel Bilancio Integrato 2016 presente sul sito www.unicredit.eu

 

***

*(La selezione delle iniziative e degli Obiettivi di sviluppo sostenibile è da considerarsi non esaustiva)

 




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Bologna2000.com supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2017
· RSS PAGINA DI BOLOGNA · RSS ·
• 14 query in 0,176 secondi •